Migliore smartphone 200 euro

Migliore smartphone 200 euro

Introduzione: migliore smartphone 200 euro

Sei alla ricerca del migliore smartphone 200 euro, ma non sai scegliere quale smartphone economico comprare perchè ci sono tantissimi modelli? Ti sarà di aiuto questa guida all’acquisto con la classifica dei migliori telefoni sotto i 200 euro.

Per meno di 200€ è possibile acquistare uno smartphone economico ma con un grande schermo, alcuni hanno il 5G, prestazioni sufficienti ad eseguire le app più popolari, un design gradevole, a volte persino con scocca in metallo.

Alcuni modelli hanno una buona o ottima fotocamera, anche se non possono competere con quelle dei top di gamma, molto più costosi. Nel complesso questi telefoni hanno un rapporto qualità/prezzo ottimo e riescono a fare tutto quello che fanno i loro fratelli maggiori.

La scelta del migliore smartphone sotto i 200 euro dipenderà dall’utilizzo che vorrete farci, ad esempio un telefono usato principalmente per fare foto e video avrà caratteristiche diverse rispetto a uno improntato al gaming, o a uno che sarà utilizzato principalmente per navigare e usare i social network.

Per questo è bene avere ben chiaro quello che ci interessa fare col nuovo smartphone, e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, visto che in questa fascia di prezzo è impossibile avere tutto al top.

Vediamo in anteprima la classifica migliore smartphone 200 euro:

  1. Xiaomi Redmi Note 9T 5G
  2. Realme 7 5G
  3. Realme 8 5G
  4. Poco X3 PRO
  5. Xiaomi Poco M3 Pro 5G
  6. OPPO A74
  7. Samsung Galaxy M12

Caratteristiche migliore smartphone 200 euro

Quando si è alla ricerca del migliore smartphone sotto i 200 euro è bene avere un occhio di riguardo per queste caratteristiche.

  • DISPLAY: gli smartphone ormai sono dei piccoli computer, per una buona leggibilità si consigliano display di almeno 5,5″, con risoluzione pari o superiore al FullHD, per avere buona maneggevolezza dovrebbe avere un fattore di forma da 18:9 a 21:9, la frequenza di aggiornamento ottimale è 120Hz ma è raro trovarla negli smartphone economici, 90Hz è già un buon valore.
  • PROCESSORE: inutile cercare il processore all’ultimo grido in questa fascia di prezzo, importante è avere un buon processore Snapdragon, Exynos o MediaTek con buone prestazioni e che possibilmente sia poco esoso come consumo energetico.
  • MEMORIA: ormai il minimo della memoria RAM per far girare senza rallentamenti lo smartphone è 4GB, mentre la ROM, o spazio di archivio, minima è di almeno 64GB. Il nostro consiglio è spendere qualcosina in più per avere almeno 6GB di RAM e 128GB di ROM. Alcuni smartphone permettono anche di espandere la memoria con una scheda micro SD.
  • CONNETTIVITA’: il 5G è ancora poco utilizzato, ma presto potrebbe diventare lo standard. E’ consigliabile pertanto cercare il migliore smartphone 200 euro con il 5G.
  • FOTOCAMERA: non fatevi ingannare dal numero di fotocamere o dai megapixel. Solo le prove sul campo possono dire se uno smartphone ha una buona fotocamera, o se invece ha un numero enorme di pixel solo per marketing. Cercheremo di specificare al meglio questo aspetto nella nostra classifica. La fotocamera grandangolare è sicuramente un valore ggiunto.
  • BATTERIA: è importante che la carica dello smartphone arrivi almeno a sera, per questo si consigliano smartphone con batterie di almeno 4500mAh, meglio se sopra i 5000mAh. Si può inoltre valutare un telefono con la ricarica rapida o la ricarica wireless, non essenziali ma molto comode da avere.
  • NFC: (Near Field Communication), permette di fare comunicare tra loro apparecchi situati a breve distanza. Non è essenziale, ma molto utile per esempio per effettuare pagamenti con lo smartphone semplicemente appoggiandolo a un lettore di carte di credito grazie a GPay.

Tutti questi aspetti sono approfonditi a fine articolo. Ora che abbiamo visto le caratteristiche da cercare nel migliore smartphone sotto i 200 euro, vediamo la nostra classifica.

Classifica migliore smartphone 200 euro

Ecco la classifica dei 7 migliori smartphone sotto i 200 euro, con elencate tutte le caratteristiche di rilievo che possono aiutarvi nella scelta. Alla fine della top7, troverete spiegate in dettaglio tutte le caratteristiche da guardare nella scelta di uno smartphone economico.


migliore smartphone 200 euro Xiaomi Redmi Note 9T 5G

1. Xiaomi Redmi Note 9T 5G

Quando si parla di smartphone economici Redmi è sempre in prima fila, e infatti lo troviamo in cima alla classifica dei migliori smartphone sotto i 200 euro.

Tra le proposte di Redmi in questa fascia di prezzo, probabilmente la migliore scelta è il Redmi Note 9T, equipaggiato dal processore MediaTek Dimensity 800U, ottimo SoC presente anche nel Realme 7 5G. Ha 4+128GB di memoria, espandibili con una micro SD. E’ dual sim, con entrambe le Sim che possono essere 5G. Le prestazioni sono buone, nelle normali attività quotidiane ma anche nel gaming, rendendolo uno smartphone tutto fare con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Il display è un LCD da 6,53 pollici con Gorilla Glass 3. La batteria è da 5.000mAh, e unita al fatto che il processore consuma poco, riesce ad arrivare tranquillamente a 2 giornate piene prima della ricarica, che è rapida a 18W. Peculiarità: il lettore di impronte digitali si trova sul lato, sotto il pulsante di accensione. E’ presente l’NFC e il trasmettitore a infrarossi, gli speaker sono doppi e funzionano in stereo.

La qualità fotografica è molto buona di giorno, ai vertici della categoria, ed è garantita da una una fotocamera principale da 48MP, oltre a 2 fotocamere da 2MP, una per la funzione Macro ed una per la profondità di campo. La fotocamera frontale è da 13MP e svolge bene il suo lavoro, con colori fedeli alla realtà.

In alternativa poteste considerare il Redmi Note 10 5G, uscito nello stesso mese del Note 9T, con praticamente le stesse caratteristiche, tranne un processore leggermente meno potente, il MediaTek Dimensity 700, inoltre è più carino esteticamente e ha un display da 90Hz. La fotocamera è praticamente identica.

PRO
Buone prestazioni / Durata della batteria / 5G / Dual Sim / Buona fotocamera / NFC / Speaker stereo

CONTRO
Manca la fotocamera grandangolare / Display a 60Hz


migliore smartphone 200 euro realme 8 5G

2. Realme 7 5G

Un altro marchio che produce ottimi smartphone economici è Realme, e con questo telefono entra di diritto tra i migliori smartphone 200 euro.

Il Realme 7 5G riesce infatti a migliorare il già ottimo Realme 7, introducendo la connettività 5G, un processore più potente, il MediaTek Dimensity 800U Octacore a 7nm, e un display con refresh rate a 120Hz. Lo schermo è IPS da 6.5 pollici con risoluzione 2400×1080 px.

Questo smartphone è dual sim, entrambe in 5G, e permette di espandere la memoria con una scheda micro SD. La batteria è da 5.000mAh con ricarica rapida 30W e permette ben 7,5 h di schermo acceso, molto probabilmente riuscirete a far durare una ricarica due giorni con un utilizzo non troppo intenso. E’ presente l’NFC.

Il comparto fotografico è composto dalla fotocamera principale da 48MP, grandangolare da 8MP, Macro da 2MP e sensore di profondità da 2MP. LA camera principale lavora abbastanza bene di giorno, anche se non a livello dei Redmi, mentre la grandangolare raggiunge la sufficienza, come pure la frontale. Non benissimo i video, che raggiungono la risoluzione 4K@30 fps, ma non sono ben stabilizzati e hanno i colori un po’ smorti.

Il valore aggiunto dei Realme è il software, la Realme UI 2.0 che a nostro parere è uno dei migliori software nell’ambito Android.

PRO
Buone prestazioni / Durata della batteria / Dual Sim 5G / Display 120Hz / NFC / Software

CONTRO
Video non di ottima qualità / Foto discrete


migliore smartphone 200 euro realme 8 5G

3. Realme 8 5G

Il Realm 8 5G è dietro al Realme 7 5G nella nostra classifica dei migliori smartphone sotto i 200 euro, perchè monta un processore con praticamente la stessa potenza del Dimensity 800U presente nel 7 5G, ma con alcune limitazione sul lato multimediale.

Il Realme 8 5G monta il MediaTek Dimensity 700 5G a 7nm, 2,2GHz, il quale non supporta la registrazione in 4K, limitando il Realme 8 al FullHD. Il Dimensity 700 inoltre non supporta i display con refresh rate a 120Hz – presente nel Realme 7 – e per questo lo schermo IPS da 6.53″ con risoluzione 2400×1080 px in questo cellulare ha un refresh rate di 90Hz, di ottima qualità, molto luminoso e ben leggibile anche all’aperto. Il processore non è velocissimo, ma è possibile attivare la modalità “alte prestazioni” e la reattività aumenta notevolmente senza sacrificare troppo l’autonomia.

Realme 8 è dual sim 5G, passa in automatico da 5G a 4G quando la ricezione non è buona, e permette di espandere la memoria con una scheda micro SD senza impegnare gli slot per le Sim. La batteria è da 5.000mAh con ricarica rapida 18W e permette ben 7,5 h di schermo acceso, molto probabilmente riuscirete a far durare una ricarica due giorni con un utilizzo non troppo intenso. E’ presente l’NFC e l’impronta digitale si trova sul lato.

Il comparto fotografico è composto dalla fotocamera principale da 48MP, grandangolare da 8MP, Macro da 2MP e sensore di profondità da 2MP, e si comporta in maniera simile al Realme 7 5G, realizza buoni scatti di giorno, ma di notte la qualità cala, restando nella media di questa fascia di prezzo. Anche la fotocamera frontale è discreta. I video sono in FullHD e sono abbastanza buoni.

Il valore aggiunto dei Realme è il software, la Realme UI 2.0 che a nostro parere è uno dei migliori software nell’ambito Android.

PRO
Buone prestazioni / Durata della batteria / Dual Sim 5G / Display 90Hz luminoso / NFC / Software

CONTRO
Video non di ottima qualità / Foto discrete


migliore smartphone 200 euro xiaomi poco x3 pro

4. Poco X3 PRO

Se di uno smartphone vi interessano principalmente le prestazioni, questo è lo smartphone sotto i 200 euro che fa per voi. Infatti il processore Snapdragon 860 lo rende molto reattivo, e con prestazioni che non invidiano quelle dei top di gamma, pur essendo attento ai consumi. Questo smartphone può essere usato per lunghe sessioni di gaming anche impegnativo.

Il processore poco energivoro, unito ad una batteria da 5160 mAh con ricarica rapida 33W, permette di arrivare a sera con ancora tanta energia, e fino a 6,5h di schermo acceso. Il display ha dimensioni di 6.67″ con risoluzione 2400×1080 px e refresh rate a 120Hz, protetto da un Gorilla Glass 6. La memoria RAM è da 6GB, mentre la ROM da 128GB. E’ dual SIM, in alternativa si può usare uno slot per espandere la memoria con una micro SD. Non ha il 5G

Il comparto fotografico è discreto, ma nulla più. Di giorno e con illuminazione non problematica fa buone foto, ma se ci sono luci in scena o poca luce la qualità scende molto. La qualità della grandangolare è solo sufficiente. Le foto non sono certo il punto forte di questo smartphone, ma è in linea con la media degli smartphone 200 euro. I video sono in 4K, stabilizzati abbastanza bene e con buoni colori.

PRO
Ottime prestazioni, sopra la media / Durata della batteria / Dual Sim / Display 120Hz / NFC

CONTRO
Pesante 215g / Display poco luminoso / Manca il 5G / Design poco curato


migliore smartphone 200 euro xiaomi poco M3 pro

5. Xiaomi Poco M3 Pro 5G

Se la vostra priorità è il risparmio, ma volete comunque un prodotto di qualità, probabilmente questa è la scelta giusta per voi. Il design è piacevole e abbastanza originale anche se la scocca è in plastica rigida. Ha una doppia Sim 5G per restare al passo con le nuove tecnologie. Pesa 190g, ha un display IPS da 6,5″ FullHD+ e refresh rate a 90Hz, di buona qualità ma poco luminoso. Equipaggia un processore MediaTek Dimensity 700 da 7nm, 4/6 GB di RAM e 64/128 di ROM espandibili tramite micro SD. Troviamo anche la radio FM, la porta infrarossi e il lettore di impronte digitali sul fianco destro.

La fotocamera principale è da 48 megapixel ƒ/1.8, le due scondarie sono da due 2 megapixel ƒ/2.4, una per la profondità di campo e una per le macro, ma praticamente inutili. La principale lavora molto bene in condizioni di luce buona e uniforme, va in difficoltà con poca luce o alte luci in scena, ma la qualità è comunque sopra la media della categoria. Non molto buona invece la fotocamera frontale. Può registrare video in FullHD, di qualità buona di giorno, stabili e con un buon bilanciamento delle luci.

La batteria è da ben 5.000 mAh con ricarica rapida da 18W, che unita a un processore che consuma poco, fa raggiungere tranquillamente i due giorni con una sola carica.

PRO
Prezzo contenuto / 5G / Buon Hardware / Display 90Hz / Dual Sim / Autonomia / NFC / Buone foto

CONTRO
Display poco luminoso


6. OPPO A74

Oppo A74 è uno smartphone leggero e molto sottile, quindi esrmamente maneggevole, infatti pesa solo 175g e ha uno spessore di 8mm. Il Display è un AMOLED da 6.43″ con risoluzione FullHD+. All’interno troviamo il processore Qualcomm Snapdragon 662, 6GB di RAM e 128GB di ROM. L’hardware funziona molto bene e permette un utilizzo intenso, in maniera fluida e senza impuntamenti. Il telefono è dual SIM.

Come molti concorrenti della categoria, l’Oppo A74 ha 3 fotocamere, la principale da 48Mpx che se la cava molto bene di giorno e soffre di notte, una da 2Mpx per la profondità e una per le macro, ma anche qui sono più per marketing che per un vero utilizzo.

La batteria è da 5000mhA e permette di arrivare tranquillamente a sera con ancora molta energia, e ha la ricarica rapida da 33W che permette in 30 minuti di ricaricare il 54% della batteria. L’ambiente operativo ColorOS 11 basato su Android 11, ancora più fluido e intuitivo nell’utilizzo quotidiano.

Se cercate uno smartphone Oppo che abbia il 5G attorno ai 200€ potete valutare l’Oppo A54 5G.

PRO
Design e maneggevolezza / Prezzo contenuto / Buon Hardware / Display Amoled / Dual Sim / Autonomia / Buone foto

CONTRO
Fotocamera grandangolare ssente / 5G assente / NFC assente

7. Samsung Galaxy M12

Smartphone Android 11 Display da 6,5 Pollici 6 GB di RAM e 128 GB di Memoria Interna Espandibile aggiungi spazio extra con la Micro SD

fotocamera principale da 48MP

Batteria 5,000 mAh



Smartphone sotto i 200 euro più venduti

Vediamo adesso la classifica degli smartphone economici più venduti:


Come scegliere il migliore smartphone sotto i 200 euro

Approfondiamo adesso gli aspetti già visti in pillole a inizio articolo. Per facilitarvi nella scelta vi indichiamo in questa piccola guida quali sono le caratteristiche di cui si deve tenere conto nella scelta del migliore smartphone 200 euro. La guida è per utenti poco esperti, ma potete comunque usarla come un ripasso.

Display

Il display è lo schermo dello smartphone, per questo è necessario che sia grande quanto basta per le vostre esigenze, e di buona qualità. Queste le cose da guardare nel display quando si è in cerca del migliore smartphone sotto i 200 euro:

  • dimensione: lo schermo dei cellulari si misura lungo la diagonale in pollici, indicati con il simbolo “. Fino a 5.2″ si riesce a maneggiare lo smartphone anche con una sola mano. Se utilizzate il cellulare anche per foto o giochi è bene puntare a qualcosa di leggermente più grande come un 5.5″. Per poter visualizzare ottimamente pagine web o app è consigliato avere uno smartphone da 6”. Da notare che i telefoni con lo schermo con forma allungata, ad esempio 18:9, a parità di dimensioni dello schermo sono più stretti e quindi meno ingombranti.
  • risoluzione: si misura in pixel e indica il numero di punti in altezza e larghezza che compongono lo schermo, ad esempio 2160 x 1080px. Maggiore è questo valore e più lo schermo è definito e facilmente leggibile. Il minimo in questi tempi è FullHD, ovvero 1980×1080.
  • densità o ppi: la densità si misura in ppi o pixel per inch, e indica quanti pixel ci sono in ogni pollice quadrato. Più è alto questo valore, e più il display restituirà immagini e testi definiti e quindi godibili.
  • tecnologia: Esistono schermi IPS LCD caratterizzati da fedeltà dei colori, angolo di visione ampio e visibilità anche sotto la luce del sole, oppure Amoled/superAmoled, tecnologia più nuova e presente solo in alcuni cellulari di fascia alta come Samsung S21, che fa spegnere i pixel neri restituendo un contrasto e una profondità irrangiugibili dai display IPS, ma gli schermi con questa tecnologia sono meno visibili sotto la luce del sole e hanno un angolo di visione più ristretto.
  • frequenza: la frequenza di aggiornamento dello schermo influisce sulla sua fluidità. I top di gamma hanno schermi a 120Hz, mentre quelli di fascia bassa lavorano a 60 Hz, 90 Hz è un buon compromesso. Alcuni smartphone economici hanno schermo a 120Hz, ovviamente sacrificando altri aspetti.

Processore e GPU dei migliori smartphone 200 euro

Il processore, o CPU, è un chip che esegue i calcoli. I migliori produttori sono la Qualcomm che produce gli Snapdragon, Exynos per Samsung, Hisilicon che produce i Kirin per Huawei/Honor. Mediatek produce buoni processori, ma mediamente meno performanti, e più economici.

Oltre alla marca, bisogna guardare il numero di core, o processori, presenti, che nei cellulari moderni sono 4 (quad-core) o 8 (octa-core) e la frequenza dei singoli core espressa in GHz o Giga Hertz (es. 2.5GHz). Ovviamente, solo per fare un esempio, un telefono con processore quad-core da 1.4GHz è meno performante di uno che monta processore dello stesso marchio octa-core a 2.0GHz.

Associato al processore c’è il reparto grafico, o GPU, che di solito è integrato al processore. In un processore performante viene integrata una GPU altrettanto performante, quindi non c’è da preoccuparsi.

Un processore potente serve a rendere il telefono fluido, a far girare applicazioni pesanti, come i giochi di ultima generazione. Se a voi il telefono serve principalmente per fare foto/video o per navigare e usare i social network, questo è un dato che vi interessa relativamente poco.

Memoria Ram e Rom, espandibilità

Nella memoria RAM vengono copiati (o caricati) i programmi che la CPU deve eseguire, e si misura in GB o GigaByte. Maggiore è la disponibilità di Ram del telefono, migliori sono le performance, minori sono i lag o impuntamenti nel passaggio da una applicazione all’altra, più veloce è il telefono in generale.

Che usiate il cellulare per fare foto, navigare, giocare o aggiornare i social, la quantità di memoria RAM è un dato molto importante, accertatevi che il telefono abbia almeno 3GB.

La memora ROM è lo spazio fisico in cui installare programmi, giochi, e archiviare foto, documenti e qualsiasi tipo di file. Nella memoria ROM è installato anche il sistema operativo, ad esempio Android, per cui una parte della memoria interna non è disponibile, inoltre la quantità dichiarata dal produttore è sempre maggiore di quella effettiva.

Per un utilizzo generico è bene avere almeno 32GB di spazio di archiviazione, mentre se siete intenzionati a fare molti video o installare tanti giochi o app pesanti, è bene disporre di almeno 64GB.

Se però state per terminare lo spazio nel cellulare, non disperate. Molti cellulari hanno la possibilità di espandere la memoria fisica utilizzando una delle migliori micro SD. In questo modo potete usare la micro sd per aumentare la memoria del telefono, e archiviarci foto, video, musica, o addirittura installarvi App e Giochi, ma solo con le versioni più recenti di Android e utilizzando una micro SD in classe A1.

L’espansione massima va da 64GB a 256GB a seconda del telefono. Se il telefono è dual sim, spesso è necessario scegliere se utilizzare il secondo slot per una seconda sim o per la micro sd.

Connettività: 5G, 4G e LTE, wifi, Bluetooth, GPS

E’ consigliato comprare cellulari che supportano la rete 5G ovvero di quinta generazione. I Cellulari 4G sono ormai la norma, e la loro sigla è LTE. Esistono diversi tipi di LTE a seconda della velocità massima in download, i più frequenti in questa fascia di prezzo sono a 150Mbps (Mega bit per secondo), i cellulari di fascia alta arrivano a 300Mbps, ovvero categoria 6.

Per quanto riguarda il wifi, esistono due tipologie, quello standard a 2.4GHz supportato da tutti i cellulari, e quello da 5GHz, supportati solo da cellulari con wifi dual band. Le due reti WiFi, a 2,4 e 5 GHz possono generalmente funzionare in maniera simultanea, la banda a 5 GHz è di solito preferibile quando nelle vicinanze sono presenti molte reti wireless a 2,4 GHz.

Il segnale a 2,4 GHz ha il vantaggio di superare meglio gli ostacoli ma è più soggetto a disturbi ed interferenze (WiFi presenti in prossimità, telefoni cordless, trasmettitori per l’apertura di porte e cancelli automatici, influenza di altri prodotti hardware,…) inoltre il segnale a 5GHz è generalmente più prestante.

Fotocamera

Di solito la fotocamera è il tasto dolente per i cellulari economici, ottime fotocamere è più facile trovarle nei top di gamma, e nemmeno sempre. Ma alcuni cellulari in questa lista sono nati come top di gamma un paio di anni fa, hanno quindi una buona fotocamera e rientrano nella nostra classifica in quanto sono calati di prezzo visto che non sono più nuovi.

Altri invece hanno una buona fotocamera pur essendo sotto i 200euro, e magari hanno sacrificato altri dettagli in altri ambiti. In generale le fotocamere in questa fascia fanno buone foto in condizioni di luce diurna, mentre soffrono un po’, in alcuni casi tanto, con poca luce. I dati principali da guardare per quanto riguarda le foto sono:

  • la risoluzione, che si misura in MP o megapixel, e che deve essere di almeno 12MP per la fotocamera posteriore e 8MP per la frontale. Tanti MP non sono indice da soli della bontà della fotocamera, bisognerebbe valutare il sensore che monta – i migliori sono Sony, ma produce svariati modelli più o meno buoni -, e spesso questo dato non è nemmeno indicato tra le specifiche, quindi bisogna cercare in rete esempi di foto fatte con quel cellulare o fidarsi delle recensioni.
  • apertura del diaframma, che si misura in f/n, dove n è un numero che va da 1 in sù, ma nei cellulari difficile trovare meno di 1,6. Più il numero n è basso più la fotocamera è in grado di catturare la luce e quindi di fare fotografie migliori in condizioni di luce scarsa. Accertarsi che l’apertura sia almeno f/2.2.

Ultimamente molti cellulari anche di fascia media stanno proponendo una doppia fotocamera, in alcuni cellulari è inutile, a volte serve per migliorare la messa a fuoco, o per creare un bell’effetto bookeh o sfocato nei ritratti, in altri cellulari serve per avere uno zoom ottico 2x in quanto la focale della seconda lente è diversa.

Di solito la seconda camera ha una apertura del diaframma più piccola e quindi è utilizzabile solo di giorno o con tanta luce.
Inoltre ormai tutti gli smartphone sono dotati di flash a led posteriore, mentre solo pochi hanno un flash frontale, che può essere molto utile per chi ama fare i selfie anche in condizioni di luce scarsa come ad esempio in interni.

Per quanto riguarda i video invece bisogna guardare:

  • la risoluzione dei video, deve essere almeno fullHD o 1980*1080 a 30fps (frame per secondo). I cellulari con fotocamere più evolute arrivano al 2K o addirittura al 4K a 60fps.
  • la presenza di uno stabilizzatore elettronico, che fa la differenza per avere video stabili e più luminosi.

Sensore di impronte digitali

Il sensore di impronte digitali permette di sbloccare il telefono col semplice tocco di un dito sul sensore che rileva l’impronta. Una volta era appannaggio solo dei top di gamma, ormai lo si trova spesso anche nei cellulari sotto i 200 o addirittura 100 euro.

A volte può essere utilizzato per sbloccare singole app, o può essere utilizzato al posto dell’inserimento di una password per app che supportano questa funzione, semplificando e velocizzando l’accesso alle aree riservate.

Ormai quasi tutti i sensori di impronte sono veloci e affidabili, qualora non lo fossero nei cellulari della nostra lista lo segnaleremo. Lo si può trovare sul lato frontale, decisamente più comodo, o nella parte posteriore del telefono, più difficilmente accessibile, specie se il telefono è appoggiato su un tavolo o altra superficie.

Batteria

Più è capiente la batteria, e più il cellulare potrà durare prima di essere ricaricato. La capienza della batteria si misura in mAh o milli Ampère ora, e per avere una buona durata è bene che il cellulare abbia una batteria con una capacità di almeno 3.500mAh.

Questo dato da solo non basta però a dire se un cellulare dura più o meno di un altro, perchè alcuni processori consumano più di altri, e l’ottimizzazione del software gioca un ruolo importante in questo campo.

Sistema operativo migliori smartphone 200 euro

Il sistema operativo è il software preinstallato nel telefono e che fa girare tutte le applicazioni e i giochi. Esistono cellulari con Android, iOS (nei cellulari iPhone) e Windows Phone (sistema operativo microsoft ormai scomparso).

Nella fascia di prezzo sotto i 200 euro è impossibile acquistare un iPhone, inoltre il sistema Windows Phone non sta decollando e ci sono poche applicazioni nel suo store, per questo io consiglio decisamente cellulari con Android.

E’ bene guardare che versione di Android monta lo smartphone che state per acquistare, soprattutto se ha una versione personalizzata dal produttore dello smartphone, perchè i produttori sono molto lenti a rilasciare aggiornamenti. Cercate quindi cellulari con almeno Android 9 o meglio Android 10.

Piccola nota: alcuni cellulari come lo Xiaomi A1 e A2 vengono venduti con Android in versione stock, ovvero come esce dalla software house di Google senza modifiche e personalizzazioni effettuate dal produttore del cellulare. Il software risulta così più pulito, meno pesante e quindi probabilmente più veloce, e riceverà gli aggiornamenti non appena google li rilascerà. Lo svantaggio è che il software non è ottimizzato e non ci sono le funzioni in più aggiunte dai produttori, come gesture particolari, un secondo spazio o app clonabili ecc.


Se ti è piaciuto questo articolo sul migliore smartphone 200 euro, potresti dare una occhiata ai nostri approfondimenti sui migliori auricolari bluetooth, le migliori chiavette USB, le migliori schede SD, le migliori micro SD per smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *